Cookies

Groovy_Pregnant

Il prezioso sostegno che ogni neomamma desidera.

La storia della doula.

La parola doula viene dal greco, e si riferisce ad una donna che sta a servizio di un’altra donna (sebbene in greco moderno la parola abbia alcune connotazioni negative, significa “schiavo” o “servitore di Dio”)..

Si occupavano di tutto ciò che riguardava l’assistenza personale e familiare, ed erano particolarmente importanti durante il parto, dove avevano funzioni che oggi chiameremmo di “supporto emotivo” e di mediazione religiosa. Erano infatti le “professioniste del sacro” sulla scena del parto, come dimostra la storia di Galati, doula di Alcmena durante la nascita di Eracle. Nell’antica Grecia il concetto di famiglia era molto diverso dal nostro. Le doule erano, come segnala l’equivalente latino, delle “famule”, ovvero facenti parte della “famiglia estesa” delle cittadine greche. In tal senso le doule erano lavoratrici professioniste e persone di famiglia allo stesso tempo.

Chi è oggi la doula?

La doula è una figura assistenziale, non sanitaria, una figura formata che per professione segue, consiglia e aiuta le donne durante la gravidanza, il parto e i primi mesi di vita del bambino, dona un supporto essenzialmente pratico ed emotivo.

Cosa fa la doula?

Le doule “fanno da tata alla mamma.”

Nello specifico, una doula:

  • Offre sostegno emotivo
  • Conosce le misure di conforto utili durante il travaglio: respirazione, tecniche di rilassamento, movimento, posizioni
  • Fornisce informazioni
  • Rassicura e conforta la madre continuativamente (la parola chiave è “continuativamente” resta sempre a fianco della madre)
  • Incoraggia e aiuta la madre a informarsi sulle alternative che ha a disposizione per il suo travaglio e il suo parto
  • Difende le scelte della madre ed aiuta nella comunicazione tra la madre e gli operatori sanitari
  • Elargisce consigli su come dormire, come rilassarsi, cosa mangiare, come organizzarsi in vista del parto,
  • Aiuta ad affrontare la paura del parto,
  • Aiuta la neomamma ad allattare nel modo giusto e a interpretare i pianti del bambino.
  • Si prende cura della neomamma anche con massaggi all’aromaterapia e tante piccole attenzioni in grado di fare la differenza

E’ una vera e propria accompagnatrice della nascita, in grado di offrire un appoggio di tipo emotivo ma non certo medico, d’altronde non è questo il suo ruolo.

Una figura assistenziale fondamentale in una società sempre meno “sociale”, dove ci si ritrova spesso costrette a vivere la maternità in totale solitudine, non più circondate dalle famiglie allargate.

Come si può diventare doula?

Esistono diverse associazioni che hanno una loro scuola di formazione per diventare una doula,

facendo una semplice ricerca su Internet se ne possono trovare diverse.

Quanto costa, e come trovarne una in Italia?
Oggigiorno in Italia la figura della doula è più conosciuta rispetto al passato e si sta rapidamente espandendo.

Le tariffe orarie variano dai 13 ai 22 euro.

Chi volesse cercarne una può farlo attraverso le varie associazioni esistenti sul territorio

o andando sul mio portale mamma-sitter.com,

potete trovare figure qualificate e ricercarla in base al vostro indirizzo di residenza.

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close menu