Cookies

2° immagine

Cosa fare o non fare quando nasce un bambino, quando fare visita alla neo mamma e come comportarsi.

I primi giorni dopo il parto per una neo mamma e un neo papà sono molto impegnativi,

dovete cominciare ad abituarvi al nuovo ruolo di genitore e sintonizzarvi con il nuovo arrivato, questo esserino indifeso e piccolissimo che ha bisogno di voi, e che da quel momento in poi rappresenta il polo centrale della vostra vita, con cui dovrete costruire un equilibrio di famiglia, senza interferenze.

Dopo qualche giorno dal parto, parenti e amici che desiderano venire a conoscere il nuovo arrivato e a vedere come state dovrebbero assolutamente rispettare delle regole stilate da voi stessi, in base alle vostre esigenze.

Ecco un elenco di regole d’oro rispettando il Galateo del neonato:

1.Mai fare visita alla neo mamma senza preavviso.

E’ buona norma comunicare, prima di presentarsi alla porta, e non avere ansia di farlo e comunque i primi giorni dopo il rientro a casa sono assolutamente da evitare. Non è solo una questione di rispetto del neonato ma anche della mamma che si ritrova immersa in una realtà molto diversa fatta di poppate, stanchezza…

E’ giusto che mamma e figlio abbiano la privacy per conoscersi senza dover pensare agli ospiti. Un consiglio è quello di attendere i famosi 40 giorni del puerperio prima di iniziare a ricevere parenti e amici che non siano proprio stretti.

2. Vietato baciare un neonato.

Baciare un neonato, ad di fuori di mamma e papà è sicuramente una forma di affetto gradevole che vuole trasmettere al piccolo di casa quanto sia il benvenuto ma secondo i professionisti del settore e alcuni studi molto approfonditi, questo gesto, apparentemente innocuo, nasconde delle particolarità e dei rischi notevoli soprattutto per le poche difese immunitarie che il bambino ha sviluppato nei suoi pochi giorni di vita.

Molti germi e batteri per gli adulti non sono un problema, mentre per i neonati potrebbero essere compromettenti. Per questo motivo è bene evitare di baciare i bambini appena nati sopratutto in bocca o sulle mani al fine di non infestare loro di germi

3.Mai prendere in braccio il neonato senza il permesso della mamma.

Non farlo con giacche, cappotti o simili dato che sono contenitori di batteri e germi, questo piccolo esserino è stato per 9 mesi in un ambiente sterile e protetto.

4. Non fumare vicino al neonato.

Se si è un fumatore, fosse anche il papà, non avvicinarsi al bambino entro la mezz’ora successiva ad aver fumato e lavarsi bene le mani.

5. Basta critiche e consigli non richiesti!

Purtroppo la lista di consigli non richiesti e critiche è lunga. Ogni mamma potrebbe raccontarci la sua, quel fastidioso elenco di osservazioni che le sono stati rivolti nel periodo successivo alla nascita del suo piccino da parte di nonni, parenti, amici, conoscenti e… sconosciuti incontrati per strada. Sì, perché, probabilmente lo avrete notato, davanti a una neomamma con bambino tutti si trasformano in super esperti e ognuno si sente in dovere di esprimere la sua opinione sulle scelte e sulle abitudini di quella mamma.

6. Lavarsi le mani prima di toccare il bebè.

Questo attegiamento deve essere una regola assoluta. Sono molti i neonati che subiscono il contagio di qualche malattia da parte di persone adulte solo perché queste ultime non hanno curao correttamente la loro igiene personale.

Un bebè è un essere fragile che se, contagiato da una malattia, pur lieve per un adulto per un neonato potrebbe essere mortale. Di conseguenza le precauzioni non sono mai troppe per preservare la sua salute e lavarsi le mani con il sapone dovrebbe essere obbligatorio.

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close menu